Un weekend a Varese tra Ville e Stile Liberty

Lunghezza: 50 km • Durata: due giorni • Facile

Se amate l’arte, le ville storiche e le vedute “bird’s eye” ecco il programma per un weekend speciale tra Varese e provincia.


Giorno 1

Partite dalla visita ad uno dei borghi più belli della Lombardia, famoso per essere stato più volte set di film importanti e per essere stato elogiato e amato da Hemingway.

  • Laveno è situata tra il blu del Lago Maggiore e il verde del Monte Sasso del Ferro, che la delimita dal resto della provincia. Trascorrete la mattinata passeggiando sul lungolago e facendo una pausa in uno dei caffè del borgo. Risalite poi i vicoletti che si affacciano sul Maggiore fino a raggiungere la partenza della Funicolare, alle pendici del monte. Da qui avete due possibilità: salire a piedi fino alla cima oppure godervi 16 minuti di silenzio immersi nella natura, a bordo di una comoda telecabina. Da lassù il colore dell’acqua è ancora più blu e il paesaggio fatto di monti, colline, valli e minuscoli villaggi è imperdibile.

  

@claracsilla e @bekleidet


  • Se non riuscite a distogliere lo sguardo da questa meraviglia, pranzate in cima al Sasso del Ferro, oppure scegliete uno degli ottimi ristoranti del centro storico, dove potrete assaggiare pesce di lago. Prima di lasciare Laveno, visitate il MiDeC, Museo internazionale Design Ceramico.

  

@chiaraviaggiante e @museomidec


  • Nel pomeriggio spostatevi verso uno dei beni FAI della provincia di Varese: Villa della Porta Bozzolo. Nata nel XVI secolo come una villa di campagna, divenne nobile casa di rappresentanza arricchita da un ampio giardino in stile italiano, una delle creazioni architettoniche più maestose sopravvissute oggi in Italia. Gli ambienti interni conservano uno dei cicli più decorativi e della Lombardia del Settecento, merito soprattutto dell'artista varesino Magatti. Concludete la giornata ad Arcumeggia, uno dei borghi dipinti della provincia di Varese.

    

@quasichiara@georgelucky1973


Dove dormire: Ostello Casa Rossa, Appartamenti Emmaus

Experience nei dintorni: una passeggiata alla scoperta del Campo dei Fiori 


Giorno 2

  • Dalla metà del ‘700 Varese divenne luogo di villeggiatura, in quel periodo lo Stile Liberty s’imponeva nell’architettura delle costruzioni. Definita più volte un “museo a cielo aperto” del Liberty, Varese ospita numerosi edifici indimenticabili. Dedicate la mattina al primo percorso di city sightseeing europeo dedicato all’Art Nouveau, il Varese Liberty Tour. Dieci sono le tappe che lo caratterizzano, per un totale di circa due ore e mezza a bordo di bus di prima qualità. Il percorso tocca i maggiori punti di interesse Liberty di Varese e della provincia: i giardini di Palazzo EstenseVilla Recalcati, il Palace Grand Hotel e molto altro, compresa una visita esclusiva al Birrificio Poretti e alla Cioccolateria Lindt. Concluso il tour, raggiungete il centro storico per una pausa. 

  

@saradeluigi e @elenacassella_


  • Dedicate il pomeriggio alla scoperta di Villa Menafoglio Litta Panza, ex dimora di Giuseppe Panza di Biumo. Durante la sua vita, il conte collezionò le opere di diversi artisti americani, diventati negli anni grandi nomi: da Dan Flavin a James Turrell fino a Mark RothkoPerdetevi tra i monocromi e le istallazioni, che popolano anche il grande parco della Villa. Non perdetevi le scuderie, le serre e l’ala dei rustici e visitate la mostra temporanea in corso. Se lo desiderate, potete concludere la giornata al Ristorante della Villa, situato nella veranda, che offre un meraviglioso panorama sui giardini all’inglese.

Dove dormire: UNAHotels, ART Hotel 

Experience nei dintorni: una passeggiata per il Centro Storico di Varese o una visita ai Giardini Estensi 


Pianifica la tua experience e il tuo soggiorno sul territorio varesino. 

    Lago Maggiore Meeting Industry
    Road to wellness
    Provincia di Varese
    Camera di commercio di Varese

Subscribed